Napoli, niente nazionale per Ounas: con Sarri esperimenti in attacco

Napoli, niente nazionale per Ounas: con Sarri esperimenti in attacco

8 novembre 2017 0 Di paginazzurri

Due gironi di riposo e poi oggi a Castel Volturno la ripresa degli allenamenti per il Napoli di Sarri, che deve fare a meno degli infortunati Ghoulam e Milik ma anche di dodici nazionali che sono in giro per il mondo. Lavorano dunque in tredici, compresi però il polacco e l’algerino che stanno effettuando la riabilitazione necessaria dopo i rispettivi interventi chirurgici. Se Milik è già proiettato a tornare a correre – entro Natale – sul campo con i compagni, per Ghoulam le terapie sono appena iniziate.

La buona nuova per Maurizio Sarri, da sempre “allergico” alla sosta per le nazionali, è la presenza in campo di Adam Ounas (Maksimovic continuerà invece ad allenarsi in Serbia) che era stato soltanto preconvocato dalla nazionale dell’Algeria e dunque è già regolarmente a disposizione del tecnico azzurro. La presenza di Ounas permetterà a Sarri di continuare a lavorare sulla crescita dell’ex attaccante del Bordeaux, fin qui utilizzato soltanto per alcuni spezzoni di partite e mai da titolare. Ounas, costato dieci milioni, è arrivato per essere essenzialmente l’uomo che a gara in corso può spezzare gli equilibri e magari anche cambiare il modulo di gioco. Sarri lo ha inizialmente impostato come vice Callejon, ruolo nel quale si sta adesso alternando con Rog. A Verona contro il Chievo, però, la scelta al momento di sostituire lo spagnolo è ricaduta proprio su Ounas, a dimostrazione di una crescente considerazione da parte dell’allenatore che in questi giorni potrà provarlo anche al centro dell’attacco come extrema ratio in caso di assenza di Mertens.