Genoa-Napoli 2-3

Genoa-Napoli 2-3

26 ottobre 2017 0 Di paginazzurri

Napoli: Reina, Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam, Zielinski, Diawara, Hamsik (81′ Allan), Callejon (71′ Rog), Insigne (89′ Giaccherini), Mertens. A disp.Rafael, Sepe, Albiol, Maggio, Maksimovic, Mario Rui, Jorginho, Ounas. All.Maurizio Sarri

Genoa: Perin, Zukanovic, Rossettini (84′ Pandev), Izzo, Laxalt, Bertolacci, Veloso (61′ Omeonga), Lazovic, Taarabt, Rigoni, Galabinov (63′ Lapadula). All. IVAN JURIC

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo
Marcatori: 4′ Taarabt, 14′ D. Mertens, 30′ D. Mertens, 60′ Zukanovic (aut.), 76′ Izzo
Note: ammoniti Zukanovic e Rog.

Genova – Genova per lui. Dries Mertens è il Genio della Lanterna. Due gol e mezzo che squarciano il cielo di Marassi. Il primo è un arcobaleno, il secondo è un tuono. Due affreschi d’autore dell’artista fiammingo che resteranno per sempre impressi nella collezione più pregiata della Galleria Azzurra. Dopo un quarto d’ora la punizione dai 25 metri che bacia con ardore l’incrocio. Poi il capolavoro di tecnica, velocità e forza: stop volante su un lancio di Diawara dai 40 metri e tiro immediato in controtempo che si stampa sotto la traversa. Tutto talmente rapido come il vento che qualcuno a Marassi neppure l’ha visto. Una istantanea che definisce l’assoluto talento di Mertens che poi nella ripresa ancora in penetrazione, su imbucata di Insigne, incrocia di sinistro e Zukanovic per salvare se la butta dentro. Generoso l’assalto finale del Genoa che apre col primo gol del match e chiude con l’ultimo. Ma in mezzo c’è stata la tempesta perfetta di Dries. Il Genio che trasforma la Lampada dei desideri, nella Lanterna dei sogni…